Concorso Dirigenti: la prova preselettiva


Concorso DS, la prova di preselezione: domande e risposte

Tuttoscuola - 18 febbraio 2018

 

Pubblichiamo di seguito le risposte dei nostri esperti ai quesiti che sono giunti in redazione di Tuttoscuola.

 

Prova di preselezione e punteggio minimo

Per superare la prova di preselezione è previsto un punteggio minimo da raggiungere, come nel precedente concorso del 2012?

La risposta dell’esperto
Mentre per il superamento della prova scritta e di quella orale, nonché della prova teorico-pratica al termine del corso di formazione, è richiesto il punteggio minimo (70 punti su 100), nella prova di preselezione di questo concorso DS, diversamente da quanto previsto nel precedente del 2012 dove si richiedeva un punteggio minimo 80/100, ora per superare la prova non è previsto un punteggio minimo.
Superano la prova e sono ammessi direttamente alla prova scritta soltanto i primi 8.700 candidati graduati con i punteggi più elevati.
Se all’ultima posizione utile per essere ammessi (al posto 8.700) vengono a trovarsi più candidati con lo stesso punteggio, sono ammessi tutti i pari merito.
Ricordiamo che per ogni risposta esatta ai 100 quesiti viene attribuito 1 punto; per nessuna risposta, 0 punti; per risposta errata vengono detratti 0,3 punti (nel precedente concorso DS non era prevista alcuna detrazione per risposta sbagliata).
Prima che si chiudano le funzioni al termine dei 100 minuti concessi, è possibile correggere le risposte già date.

 

Prova di preselezione e quesiti in lingua

Tra i cento quesiti della prova preselettiva potrebbero esserci anche alcuni quesiti della lingua comunitaria prescelta?

La risposta dell’esperto
Il bando non ne parla esplicitamente, ma l’intera procedura concorsuale è pervasa da questa disposizione di accertamento delle competenze linguistiche richieste al futuro dirigente scolastico (livello B2 del Quadro Comune Europeo).
Nel precedente concorso del 2011 per l’assunzione di dirigenti scolastici erano stati previsti quesiti in lingua.
Tutto fa pensare, quindi, che tra i 100 quesiti della prova preselettiva alcuni possano essere in lingua straniera.

 

Risposta esatta nei quesiti

Mi hanno detto che nella banca dati dei 4 mila quesiti saranno riportate anche le risposte esatte, oltre a quelle sbagliate. È proprio così? Potete darmene conferma?

La risposta dell’esperto
In effetti nell’ultimo concorso DS bandito nel 2011, la banca dati dei quesiti, pubblicata in vista della prova preselettiva, conteneva sia la risposta esatta sia le tre risposte sbagliate.
Quella esatta, contrassegnata con la lettera A, era sempre la prima delle quattro risposte.
Riteniamo che anche questa volta la struttura delle risposte sarà la medesima.

 

Prova di preselezione: la tipologia dei quesiti

Le domande della prova di preselezione saranno di cultura generale oppure riguarderanno il mondo della scuola? Saranno quiz del tipo vero o falso?

La risposta dell’esperto
I quesiti della prova di preselezione riguarderanno soltanto gli argomenti individuati dal bando. Argomenti che costituiscono il programma d’esame della prova scritta, tutti relativi al sistema scolastico.
Le tematiche sono riportate espressamente nell’articolo 6 del bando e riportate anche nella nostra Guida al concorso.
Nella Guida viene riportato anche un link ai quesiti di uno degli argomenti del precedente concorso, sostanzialmente uguale ad uno dei nuovi argomenti previsti dal bando.
La tematica “Modalità di conduzione delle organizzazioni complesse e gestione dell’istituzione scolastica, con particolare riferimento alle strategie di direzione” – del tutto simile ad una tematica prevista dal bando – consente di scorrere i relativi quesiti e le risposte, consentendo di familiarizzare con le difficoltà della prova.
Non saranno risposte del tipo “vero o falso”, bensì quattro risposte di cui una sola esatta.



 
Salva Segnala Stampa Esci Home