Parlamento: disegni di legge presentati


Dieci disegni di legge sulla scuola presentati in Parlamento. Ecco quali

da La Tecnica della Scuola – 10/7/2018 - Andrea Carlino

 

Sono passati più di 100 giorni (108 per l’esattezza) dall’inizio della XVIII legislatura. Il Parlamento, fin qui, non si è distinto per produttività complice anche lo stallo nella formazione del governo (nel pieno delle sue funzioni soltanto dal 1° giugno).

Quanti sono i disegni di legge sulla scuola presentati alle due Camere dal 23 marzo ad oggi?

Vediamoli ad uno ad uno con riferimenti ai link ufficiali delle due Camere e a Open Parlamento.

 

1) Istituzione dei nuclei per la didattica avanzata e introduzione di progetti di scuola aperta e di scuola diffusa negli istituti scolastici di ogni ordine e grado

Il primo disegno di legge è stato presentato, alla Camera, il 23 marzo 2018 dal Movimento Cinque Stelle con Luigi Gallo, poi diventato presidente della Commissione Cultura, come primo firmatario. Otto articoli per l’istituzione dei NDA, cioè dei nuclei per la didattica avanzata e progetti di scuola aperta e diffusa da svolgere nelle ore pomeridiane, nei giorni festivi o di pausa dalle lezioni.

 

2) Istituzione dell’insegnamento dell’introduzione alle religioni” nella scuola secondaria di primo grado e nella scuola secondaria superiore

Il secondo disegno di legge, presentato il 27 marzo, sempre alla Camera, dal Partito Democratico con Walter Verini, come primo firmatario. Si parla di inserire la materia di “introduzione alle religioni” come insegnamento obbligatorio nella scuola secondaria di primo e di secondo grado, con un’ora di lezione per ogni classe.

Si parlerebbe di analisi del fenomeno religioso quale fenomeno trasversale all’esperienza umana e alle culture; delle caratteristiche e l’evoluzione delle grandi tradizioni religiose, in particolare induismo, buddismo, ebraismo, cristianesimo, islam, e l’apporto dei relativi testi sacri e delle tradizioni alla cultura e all’identità dei popoli; infine si parlarebbe del
la storia delle tre religioni monoteiste nei loro aspetti più rilevanti.

 

3) Disposizioni concernenti il finanziamento delle scuole private paritarie

Il terzo disegno di legge, presentato ancora alla Camera e sempre il 27 marzo, riguarda il finanziamento delle scuole private primarie. Il testo è stato depositato dal M5S con Luigi Gallo primo firmatario. La proposta di legge dispone l’abolizione dei contributi pubblici statali alle scuole paritarie primarie e secondarie di primo e secondo grado.

 

4) Disposizioni per la promozione della pratica sportiva nelle scuole e istituzione dei nuovi Giochi della gioventù

Il quarto disegno di legge, presentato al Senato lo scorso 19 aprile, ma poi successivamente ritirato il 26 giugno presentava le disposizioni per la pratica sportiva nelle scuole e l’istituzione dei Giochi della Gioventù. Il provvedimento era stato avanzato dalla Lega con Gian Marco Centinaio come primo firmatario

 

5) Disposizioni in materia di contrasto alla povertà educativa e di reclutamento per la scuola dell’infanzia e per la scuola primaria

Il quinto disegno di legge è stato presentato al Senato lo scorso 19 aprile, dal Partito Democratico, con Simona Malpezzi prima firmataria. Nessun testo, però, al momento, è disponibile sia sul sito ufficiale del Senato che su Open Parlamento.

 

6) Modifica alla legge 13 luglio 2015, n. 107, in materia di integrazione delle graduatorie ad esaurimento del personale docente

Il sesto disegno di legge è stato presentato il 2 maggio, al Senato, da Forza Italia, con Lucio Malan come primo firmatario. Riguarda una modifica della Legge 107 riguardo le graduatorie ad esaurimento. Non è presente, però, il testo.

 

7) Modifica alla legge 13 luglio 2015, n. 107, in materia di contratti a tempo determinato del personale docente

Il settimo disegno di legge è stato presentato il 9 maggio, al Senato, da Mario Pittoni (poi diventato presidente della Commissione Cultura). Riguarda sempre una modifica della Legge 107, in questo riguardo i contratti a tempo determinato del personale docente

 

8) Disposizioni per il contrasto della dispersione scolastica e in materia di reclutamento del personale docente della scuola dell’infanzia e della scuola primaria

L’ottavo disegno di legge è stato presentato il 7 maggio alla Camera dal Partito democratico con Anna Ascani prima firmataria. Anche in questo caso, però, non sono ancora presenti sui siti di riferimento i testi della proposta di legge.

 

9) Norme per l’autogoverno delle istituzioni scolastiche e la libertà di scelta educativa delle famiglie, nonché per la riforma dello stato giuridico dei docenti

Il nono provvedimento è stato presentato il 6 giugno, alla Camera, da Forza Italia, con Valentina Aprea prima firmataria. Si tratta di un disegno di legge per libertà di scelta educativa delle famiglie, nonché per la riforma dello stato giuridico dei docenti. Non sono ancora presenti sui siti di riferimento i testi della proposta di legge.

 

10) Disposizioni per il potenziamento dell’educazione motoria nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria

L’ultimo provvedimento, fin qui, presentato al Parlamento, è del 26 giugno: riguarda il potenziamento dell’educazione motoria nella scuola dell’infanzia e della primaria. Presentato dalla Lega alla Camera con prima firmataria Vanessa Cattoi. Non è disponibile ancora il testo.

Dopo più di 100 giorni, dunque, dieci disegni di legge: presentati: cinque alla Camera e due al Senato, uno ritirato (quello della Lega con Centinaio primo firmatario). 3 disegni di legge a firma PD, 3 (ma uno ritirato) della Lega, 2 di Forza Italia, 2 del M5S,  Dei nove disegni di legge ancora in vita, solo di quattro conosciamo il testo.

 

 
Salva Segnala Stampa Esci Home