D.D. 8843 05.07.2018: FEI FER fondi Asilo Migrazione


Fondi europei 2014-2020: emanato l’avviso sui “Piani regionali per la formazione civico linguistica dei cittadini di Paesi terzi 2018-2021”. Stanziati 36 milioni di euro a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione. I progetti dovranno essere presentati dalle Regioni in collaborazione con gli USR. Ruolo strategico dei CPIA

CgilScuola  -  06/08/2018 

Con Regolamento n. 516/2014 l’Unione Europea ha istituto il Fondo Asilo Migrazione e Integrazione, che riunisce i precedenti fondi FEI (Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di Paesi Terzi), FER (Fondo Europeo per i Rifugiati) ed RF (Fondo Europeo per i Rimpatri),  con l’obiettivo di “contribuire alla gestione efficace dei flussi migratori e all’attuazione, al rafforzamento e allo sviluppo della politica comune di asilo, protezione sussidiaria e protezione temporanea e della politica comune dell’immigrazione, nel pieno rispetto dei diritti e dei principi riconosciuti dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea”.
La Commissione europea, con la decisione del 3 agosto 2015, modificata successivamente più volte e da ultimo l’11 dicembre 2017, ha approvato il
Programma nazionale per l’Italia del FAMI – Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione, relativo al periodo 2014-2020.
Il programma nazionale FAMI ha una dotazione finanziaria di € 775.396.200,00 costituito da contributo comunitario pari a € 387.698.100,00, cui si aggiunge un cofinanziamento nazionale del Ministero dell’Economia e delle Finanze pari a € 387.698.100,00. L’autorità responsabile è il Ministero dell’Interno – Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione.
Il programma prevede tre obiettivi specifici (OS)

Asilo,

Integrazione/migrazione legale,

Rimpatrio.

I risultati che il programma intende perseguire nell’ambito dell’OS2, sono:

l’ampiamento dell’offerta di servizi di formazione linguistica rivolti ai migranti attraverso il consolidamento di un’azione di sistema nazionale per l’alfabetizzazione declinata attraverso appositi Piani regionali integrati;

la qualificazione del sistema scolastico secondo una logica di servizio mirato a utenza straniera;

la qualificazione del sistema di assistenza ai minori stranieri non accompagnati (MSNA);

il potenziamento delle misure di integrazione che consentano di assicurare ai migranti un accesso non discriminatorio a tutti i servizi offerti nel territorio;

il coordinamento tra le politiche del lavoro, dell’accoglienza e dell’integrazione per favorire il processo di inclusione socio economica.

 

 L'avviso
Spaziatore
Scarica file   Scarica in .pdf
Spaziatore
avviso-fami-5-luglio-2018-piani-regionali-per-la-formazione-civico-linguistica-dei-cittadini-di-paesi-terzi-2018-2021.pdf

Tipo documento: Chrome HTML Document
Dimensione: 1.357.910 Bytes
Tempo download: 6 minuti e 17 secondi circa con un modem 28,8 Kb/s
Spaziatore
 
Salva Segnala Stampa Esci Home