Alternanza scuola lavoro: i fondi per le paritarie


Nonostante le motivazioni della pubblicazione rispecchino come sempre ragioni di palese ostilità tipiche di questo sindacato verso le scuole paritarie, riportiamo queste notizie utili per i dati purtroppo mai reperibili sui siti del Ministero.

 

Finanziamenti per l’alternanza scuola lavoro alle scuole paritarie: lo stato dell’arte. Nel 2017 assegnati oltre 3,6 milioni di euro a valere sul fondo nazionale statale pari a 100 milioni di euro.

CgilScuola  -  06/08/2018

Come è noto nella Legge di bilancio 2017 (Legge 232/16) sono state inserite alcune norme che consentono l’accesso diretto da parte delle scuole paritarie a fondi destinati o allocati in capitoli di bilancio di pertinenza delle scuole statali. A tal proposito ricordiamo il comma 313 dell’articolo 1 che prevede l’accesso alle risorse del Programma Operativo Nazionale “Per la scuola – Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 e il comma 311 che prevede l’accesso diretto a quota parte dei 100 milioni di euro annui stanziati dal comma 39 della Legge 107/15 per la realizzazione dei percorsi di alternanza scuola lavoro da realizzare nel triennio della scuola secondaria di II grado.

Su quest’ultimo aspetto facciamo il punto della situazione relativo all’esercizio finanziario 2017, sottolineando come il MIUR abbia mantenuto un profilo basso, evitando di pubblicizzare in maniera evidente, norme e disposizioni attuative del citato comma 311.  In premessa occorre segnalare come tale comma non stabilisca alcun criterio di ripartizione tra scuole statali e scuole paritarie.

Come è noto le risorse complessivamente disponibili sono state pari a 100 milioni di euro. Di queste € 3.635.646,65 sono state assegnate alle scuole paritarie in due tranche: con decreto dipartimentale 551 del 31 marzo 2017 e relativo allegato sono state assegnati € 2.641.588,96 per il periodo gennaio – agosto 2017 mentre con decreto dipartimentale 1747 del 23 ottobre 2017 sono stati assegnati € 994.057,69, per il periodo settembre-dicembre 2017. Le risorse sono state dapprima assegnate agli uffici scolastici regionali e, successivamente, direttamente o tramite gli Uffici Scolastici Territoriali, sono state assegnate alle scuole paritarie. I decreti non forniscono spiegazioni rispetto ai parametri di ripartizione delle risorse tra le istituzioni paritarie.

Naturalmente l’applicazione del comma 311 della Legge 232/16 ha comportato una riduzione delle risorse per le scuole statali.

Per il 2018 il MIUR non ha ancora reso note le risorse assegnate alle “scuole paritarie private” per il periodo gennaio agosto. Ricordiamo tuttavia che la cifra disponibile per il 2018 è pari a € 96.409.035. Inoltre la legge di bilancio 2018 (legge 205/17) prevede, rispetto a quanto previsto dalla Legge 107/15, una riduzione anche per il 2019 pari a € 2.900.000 (risorse disponibili € 97.100.000) e una riduzione stabile a partire dal 2020 pari a € 2.943.000 (risorse disponibili pari a € 97.057.000).

 

 
Salva Segnala Stampa Esci Home