Concorso Dirigenti: a settembre le reggenze saranno più delle attuali


Concorso DS: l’abbreviazione del percorso che tarda a venire, ma …

Tuttoscuola - 23 novembre 2018

 

Ormai è certo: al punto in cui è arrivato attualmente il concorso per dirigenti scolastici, se non interverranno tra breve tempo modifiche radicali alle procedure concorsuali della prossima fase di formazione/tirocinio, al prossimo settembre non potranno esserci nomine di vincitori e si dovrà ricorrere, ancora una volta e più di quanto avvenuto quest’anno, ad un numero ancora più preoccupante di reggenze.

Mesi fa il ministro Bussetti aveva più volte annunciato la modifica del bando di concorso DS con esclusione della fase formativa e chiusura conclusiva con la prova orale.

Del disegno di legge di riforma si era occupato in un primo tempo il sen. Mario Pittoni, responsabile scuola della Lega, e ispiratore della modifica, che aveva lasciato il passo ad un analogo ddl del ministro della Funzione pubblica Bongiorno.

Ma l’approvazione di una proposta di legge comporta normalmente tempi di approvazione non compatibili con i tempi richiesti per accorciare le procedure del concorso.

Forse la legge di bilancio 2019 che entrerà in vigore il 1° gennaio 2019 potrebbe risolvere il problema, ma né il testo che il Governo ha trasmesso alle Camere né (finora) gli emendamenti presentati da deputati della maggioranza contengono la proposta di modifica annunciata.

Il rischio concreto che tutto resti confermato con le conseguenze temute, si fa sempre più consistente, a meno che, come si sussurra in taluni ambienti ben informati, la modifica annunciata non venga inserita all’interno di un decreto legge che il Consiglio dei ministri si appresterebbe a varare.


Concorso dirigenti scolastici, Bussetti: corso formazione durante periodo prova
da Orizzontescuola – 26/11/2018 – redazione

 

Il Ministro Bussetti è intervenuto sul corso-concorso per diventare dirigente scolastico, attualmente in corso di svolgimento con la prova scritta ormai svolta, per cui si è in attesa della prova orale.

Corso concorso

Il corso concorso per diventare dirigente scolastico prevede un percorso abbastanza lungo, tale da rendere impossibile l’immissione in ruolo dei nuovi presidi per il 2019/20. Queste in sintesi le fasi del corso-concorso:

https://i2.wp.com/www.orizzontescuola.it/wp-content/uploads/2018/11/1-9.png?resize=474%2C277&ssl=1

Abbreviazione percorso

Considerate le numerose reggenze assegnate, con tutte le conseguenze negative del caso, il Ministro Bussetti, sin dal suo insediamento, ha manifestato la volontà di abbreviare il percorso.

Ultime dichiarazioni in merito, sono state rilasciate dal Ministro nel corso di un’intervista al “Giorno”.

Rispondendo ad una precisa domanda su quando entreranno in ruolo i dirigenti attualmente impegnati a svolgere il concorso, Bussetti ha affermato: settembre 2019.

Il Ministro ha ribadito che al Ministero si lavora per abbreviare il percorso. In che modo? Facendo svolgere il corso di formazione durante il periodo di prova.

Dimensionamento scolastico

Al fine di avere un quadro completo delle dirigenze scolastiche da assegnare, il Bussetti ha dichiarato che le regioni saranno sollecitate ad operare il dimensionamento della rete scolastica.

Quando la modifica?

Il Ministro non ha indicato alcuna tempistica. Ci si attendeva che tali modifiche fossero inserite nella legge di Bilancio, ma, dal testo in nostro possesso, così non è. Fonti ministeriali ci hanno informato che il provvedimento potrebbe essere inserito nel collegato, e come tempistiche si punta a gennaio 2019. Se così fosse, allora l’obiettivo di avere in nuovi dirigenti già dal 1° settembre 2018, sarebbe realizzabile.

 


 
Salva Segnala Stampa Esci Home