Liceo Classico: al via la Notte Bianca


Notte Nazionale del Liceo Classico

 

Spettacoli teatrali, musica, dibattiti, cineforum, degustazioni a tema ispirate al mondo antico e quant’altro la fantasia e l’energia di studenti e docenti saprà mettere in atto.
Venerdì 11 gennaio, dalle ore 18 fino alla mezzanotte, in 433 Licei classici in ogni parte d’Italia prenderà vita la quinta edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico. Si tratta di uno degli eventi più innovativi ideati dalla scuola per promuovere il valore della cultura umanistica e l’attualità del suo studio, che la Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione sostiene e incoraggia. L’iniziativa nasce nell’anno scolastico 2014/15 da un’idea di Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale (CT).

Nel corso del tempo la Notte Nazionale del Liceo Classicoha dimostrato la vitalità del curricolo del classico, frequentato da studenti motivati, dotati di talento e passione, che riescono a coinvolgere la cittadinanza e l’opinione pubblica nelle loro performances, interpretate e realizzate con immaginazione e creatività, a partire proprio dai loro studi. E, per certi versi, l’iniziativa ha contribuito a orientare ragazzi, genitori e famiglie verso questo indirizzo liceale, come attesta l’incremento delle iscrizioni registrato negli ultimi anni a livello nazionale.

La quinta edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico vede nascere un partenariato tra il suo Coordinamento Nazionale, RAI Cultura e RAI Scuola, che effettueranno un collegamento in diretta con le attività del Liceo classico “Giulio Cesare” di Roma.

Inoltre, la Notte di quest’anno punta ad assumere una prospettiva internazionale, attraverso la collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Atene e il patrocinio della Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche in Italia e della Cattedra di Lingua e Letteratura Neogreca di Sapienza Università di Roma.

 

Notte nazionale del liceo classico, gli studenti aprono le porte alla cultura

da La Tecnica della Scuola – 11/1/2019 – redazione

 

Domani, 11 gennaio 2019, si svolgerà la V edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico, l’evento più atteso da tutti gli studenti dei Licei Classici d’Italia.
L’evento, che quest’anno vedrà la partecipazione di ben 433 Licei Classici su tutto il territorio italiano, si svolgerà dalle ore 18 alle ore 24.

Per l’occasione si è individuata una data comune, in contemporanea le scuole apriranno le loro porte alla cittadinanza e gli studenti dei Licei Classici d’Italia, che si esibiranno in svariate performance: maratone di letture di poeti antichi e moderni; drammatizzazioni in italiano e in lingua straniera; esposizioni di arti plastiche e visive; concerti ed attività musicali e coreutiche; presentazioni di libri e incontri con gli autori; cortometraggi e cineforum; esperimenti scientifici; degustazioni a tema e ispirate al mondo antico … e molto altro ancora, lasciato alla libera inventiva e creatività dei giovani guidati dai loro docenti.

L’idea della notte del liceo classico arriva da un docente della provincia di Catania, il prof Rocco Schembra del “Liceo Classico Gulli e Pennisi di Acireale (CT), che cinque anni fa ha avviato questo progetto, nel corso degli anni sempre più apprezzato.

Lo stesso Ministero dell’Istruzione, tramite una lettera dell’ex ministro Valeria Fedeli, ha espresso l’apprezzamento e l’entusiasmo per questa iniziativa che “rallegra le aule e gli spazi di un numero sempre crescente di Licei classici in tutta Italia”.

La quinta edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico vede nascere, inoltre, un partenariato tra il suo Coordinamento Nazionale, RAI Cultura e RAI Scuola, che effettueranno un collegamento in diretta con le attività del Liceo classico “Giulio Cesare” di Roma.

Inoltre, la Notte di quest’anno punta ad assumere una prospettiva internazionale, attraverso la collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Atene e il patrocinio della Federazione delle Comunità e Confraternite Elleniche in Italia e della Cattedra di Lingua e Letteratura Neogreca di Sapienza Università di Roma.



 
Salva Segnala Stampa Esci Home