Autonomia scolastica: ipotesi di regionalizzazione


Lombardia e Veneto, dirigenti e docenti (precari e nuovi assunti) diventeranno impiegati regionali. Bozza accordo

Orizzontescuola – 12/2/2019 -  redazione

 

Il sito Roars.it ha pubblicato le bozze delle ipotesi di regionalizzazione di alcune competenze dello Stato a Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Si tratta di bozze elaborate durante il Governo del PD.

Ciò che ci riguarda, ovviamente, è quanto accadrà per la scuola. Nelle bozze di Veneto e Lombardia, tra i capitoli di “regionalizzazione” c’è quello dell’istruzione. Vediamo i dettagli.

Principali competenze che passeranno alla regione

Secondo quanto si legge nella bozza, alle Regioni Veneto e Lombardia viene attribuita la “potestà legislativa” in materia di istruzione per quanto riguarda le seguenti materie:

  • la disciplina delle modalità di valutazione del sistema educativo regionale di istruzione e formazione
  • la disciplina della programmazione dei percorsi di alternanza scuola-lavoro,
  • la formazione dei docenti
  • l’apprendistato
  • la disciplina, mediante contratti integrativi, dell’organizzazione e del rapporto di lavoro del personale dirigente, docente, amministrativo, tecnico e ausiliario
  • la disciplina della programmazione dell’offerta formativa integrata con la formazione professionale
  • la disciplina sulle reti scolastiche
  • la disciplina degli organi collegiali
  • l’istruzione per gli adulti

Dirigenti scolastici regionali

Inoltre, si legge all’articolo 11 che per i Dirigenti scolastici sarà istituito uno specifico ruolo regionale, salva la facoltà di permanere nei ruoli della dirigenza scolastica statale trascorsi tre anni dal trasferimento delle competenze.

Docenti, personale educativo e ATA già di ruolo

Inoltre, per quanto riguarda i docenti, gli ATA e il personale educativo con contratto a tempo indeterminato in servizio presso le istituzioni scolastiche del Veneto e Lombardia al momento della stipulazione dell’Intesa rimane inserito nei ruoli statali, salva diversa volontà espressa dal personale stesso.

Precari e neoassunti

I docenti, invece, che confluiranno nei ruoli regionali saranno i nuovi assunti e quanti avranno contratto a tempo determinato.

 

Scarica la bozza completa della regione Veneto

 

Scarica bozza regione Lombardia

 

 

 
Salva Segnala Stampa Esci Home