Concorso DSGA: in ruolo da settembre


Concorso DSGA: quanti in ruolo a settembre?

Tuttoscuola - 13 giugno 2020

Sono ormai in corso in quasi tutte le regioni le prove orali dei candidati del concorso DSGA che hanno superato le prove scritte. Soltanto gli USR di Sicilia, Emilia Romagna e Lazio non hanno ancora comunicato i dati; i primi due potrebbero pubblicarli a giorni, mentre per l’USR Lazio occorrerà attendere più tempo a causa della recente ricostituzione di una nuova commissione.

A orali conclusi, le commissione giudicatrici, dopo aver valutato le prove scritte, la prova orale e i titoli, procederanno alla compilazione della graduatoria regionale di merito, composta da un numero di soggetti pari, al massimo, ai posti messi a concorso su base regionale e aumentato di una quota pari al 20% dei posti messi a bando per la singola regione, con arrotondamento all’unità superiore.

In definitiva i posti disponibili saranno 2405 (2004+401).

Le graduatorie saranno utilizzate annualmente ai fini dell’assunzione nel profilo di DSGA e resteranno in vigore fino al loro esaurimento.

Ad oggi si può ritenere che sia pressoché certa la conclusione del concorso DSGA in tempo utile per procedere alle nomine dei vincitori a settembre 2020.

I posti complessivi concorso DSGA sono 2004 (maggiorati del 20%), e, in base alle indicazioni del bando, sono relativi agli anni 2018-19, 2019-20 e 2020-21.

Ciò significa che grosso modo due terzi di quei duemila posti potranno essere assegnati ai vincitori subito, mentre i restanti saranno assegnati il 1° settembre 2021 e negli anni successivi, compresi quelli della maggiorazione del 20%.

 

USR

Posti maggiorati del 20%

Nomine settembre 2020

Abruzzo

16

8-9

Basilicata

14

7-8

Calabria

40

22

Campania

192

105-108

Emilia R.

251

138-140

Friuli V.G.

79

41-43

Lazio

194

105-108

Liguria

64

35-37

Lombardia

541

207

Marche

59

32-34

Molise

4

2

Piemonte

265

146-149

Puglia

35

18-20

Sardegna

54

30

Sicilia

90

50

Toscana

205

113-115

Umbria

54

30

Veneto

240

132-135

 

La maggiorazione dei posti rende ancora più stridente la situazione della Lombardia (soltanto 207 ammessi all’orale), perché l’incremento del 20% dei 451 posti iniziali, pari a 90, porta la disponibilità complessiva a 531 posti, di cui 334 non saranno coperti da vincitori. 

 

 

 
Salva Segnala Stampa Esci Home