L’America riscopre il tema in classe

 

Cambia la prova di valutazione per le matricole. In 25 minuti bisogna elaborare un commento su un argomento di cultura generale

L’America scopre il tema scritto a mano «I test per gli studenti non bastano più»

C’è chi ci sta già perdendo il sonno. Perché quel che attende buona parte degli studenti del terzo anno dei licei americani è una rivoluzione. A marzo, per la prima volta, dovranno scrivere a mano un tema per accedere al College. Impresa non facile, nella terra dei test a risposte multiple. Ma tant’è. Il College Board americano, l’associazione non profit che ogni anno elabora programmi, servizi ed esami per 23.000 scuole superiori e 3.500 college, ha deciso di cambiare il Sat, lo Scholastic Aptitude Test, che misura capacità e attitudini delle aspiranti matricole. «Avevamo bisogno di rendere il test più vicino agli attuali programmi seguiti in classe, era indispensabile un cambiamento», spiegano al College Board. Più che di cambiamento, però, si tratta proprio di rivoluzione. La più recente modifica del Sat bisogna andare a cercarla nel 1994 e riguarda principalmente il via libera alla calcolatrice e l’abolizione delle domande con antinomie. Ma in 67 anni di americanissima storia del test non si era mai visto l’ingresso di una componente così latina e riflessiva come il tema.
«Le regole - si legge sul sito www.collegeboard.com - sono chiare: gli studenti avranno venticinque minuti di tempo per completare, a mano, il loro elaborato. Ciascun compito sarà esaminato da due insegnanti che dovranno avere almeno tre anni di esperienza sul campo. Non si terrà conto della grafia, ma naturalmente gli elaborati dovranno essere scritti in modo comprensibile. Sono previste deroghe per i disabili e alla fine ciò che conta è il senso complessivo del lavoro, la coerenza e l’abilità critica». Un esempio? «Thomas Edison ha fallito diecimila tentativi prima di inventare la lampadina. Eppure lui ha sempre detto: "Non ho fallito diecimila volte, ma ho scartato con successo diecimila materiali e combinazioni che non funzionavano". Che cosa ne pensi? Qual è la tua idea su come si raggiunga il successo?».
La «writing section» è solo una delle tre sezioni del nuovo test destinato alle matricole del 2006: ci sono pure la «critical reading section», sulla lettura critica, e la «mathematics section», sull’algebra. Gli esaminandi dovranno rispondere a tutto in tre ore e 45 minuti. E se il tema (caldeggiato dalla National Commission on Writing for America’s Families, Schools and Colleges) continua a essere la prova più temuta, anche la matematica fa paura: 70 minuti per risolvere problemi, domande a risposta multipla ed esercizi di geometria più complicati che in passato. Un incubo per i giovani italiani all’estero, già bocciati dall’Ocse all’ultima indagine che li metteva al ventiseiesimo posto tra 29 Paesi per lo studio della matematica.
Il College Board però assicura: «Il risultato del Sat è soltanto uno dei fattori che College e Università prendono in considerazione nelle scelte di ammissione». (fonte: Corriere della Sera)



 

Copyright © 2019 Di.S.A.L.