Recupero debiti: la delibera di un liceo

 

  LICEO SCIENTIFICO STATALE PAOLO FRISI

via Sempione, 21 - 20052 MONZA (Milano)

tel. 039.235.981 - fax 039.368.795 

email liceofrisi@monza.net - sito www.frisimonza.it

codice fiscale 85013870150 - codice meccanografico MIPS050002

certificazione di Qualità n. 6571/EA 37 del 31.10.2006

 

 

 

Attività di recupero e sostegno

Schema delle iniziative anno scolastico 2007/2008

(proposta di delibera per il Collegio Docenti del 17/12/2007)

 

 

 

Premessa

 

Il combinato disposto del D.M. 80/2007 e dell’O.M. 92/2007 mette in capo alle Istituzioni Scolastiche la realizzazione di attività di sostegno e recupero.

In particolare l’O.M. 92/2007 prescrive:

a)      attività di recupero per gli studenti che riportano voti di insufficienza negli scrutini intermedi;

b)      attività di recupero per gli studenti che, nello scrutinio finale, riportano la sospensione del giudizio di ammissione alla classe successiva;

c)      verifiche finali e integrazione dello scrutinio finale per gli studenti di cui alla precedente lettera b).

La stessa ordinanza prevede che, di norma, ogni attività di recupero abbia una durata non inferiore alle 15 ore e che, per le attività di cui al precedente punto a), le Istituzioni Scolastiche individuino le discipline e/o le aree disciplinari che necessitano degli interventi.

Tutto ciò premesso, si propone il seguente modello organizzativo, che potrà essere implementato sulla base:

a)      di eventuali ulteriori precisazioni normative;

b)      della consistenza effettiva dei finanziamenti (che, allo stato attuale, è ancora molto incerta,  con le conseguenti difficoltà organizzative).

 

 

Modello organizzativo

 

1) Recupero dopo la consegna delle pagelle del primo quadrimestre (vedasi per i dettagli scheda 1)

L’ipotesi di intervenire sulle insufficienze del primo quadrimestre soltanto con attività da svolgersi in orario pomeridiano risulta impraticabile per i seguenti motivi:

a)      l’eccessivo carico che si determinerebbe, soprattutto nel caso di studenti con più di una insufficienza;

b)      la mancanza, allo stato attuale, di un quadro certo della consistenza effettiva dei finanziamenti.

Pertanto, interpretando in modo non restrittivo lo standard delle 15 ore e/o tenendo conto della possibilità di procedere per  aree disciplinari, si prevede che le attività di recupero dopo la consegna delle pagelle del primo quadrimestre abbiano la seguente articolazione:

a)      una settimana di sospensione dell’avanzamento dei programmi, per effettuare, in orario curricolare, attività di recupero e/o potenziamento (due possibilità: 21/26 gennaio; 26 gennaio/01 febbraio);

b)      una settimana di “ricomposizione” delle classi sulla base dei bisogni formativi degli studenti (recupero, consolidamento e, fin dove possibile, approfondimento) (due possibilità: 11/16 febbraio; 18/23 febbraio).

 

2) Attività di sportello (da marzo a metà maggio) (vedasi per i dettagli scheda 2)

 

 

3) Recupero dopo lo scrutino finale per gli studenti che riportano la sospensione del giudizio (vedasi per i dettagli scheda 3)

Gli studenti che riportano la sospensione della promozione sono inseriti in apposite “classi di recupero” disciplinari costituite, di norma, secondo i seguenti parametri:

a)      numero studenti: non oltre i 15;

b)      durata dell’intervento: 15 ore;

c)      periodo utilizzabile: 18 giugno/metà luglio.

 

4) Verifiche finali e integrazione dello scrutinio finale per gli studenti che hanno riportato la sospensione del giudizio (vedasi per i dettagli scheda 4)

Salvo nuove disposizioni, le verifiche finali e i successivi scrutini si tengono, di norma, entro la fine dell’anno scolastico (31 agosto).

Il periodo da utilizzare è quindi quello degli ultimi giorni di agosto (presumibilmente a partire dal 25/26 agosto).

Le verifiche sono condotte, di norma, dai docenti del Consiglio di Classe e delle discipline interessate, con l’assistenza di altri docenti del medesimo Consiglio di Classe.

Si prevede che le verifiche siano:

Si stabilisce che a fronte di uno scritto significativamente positivo è ammesso non procedere alla prova orale.

 

 

Precisazioni – Norme transitorie

 

1) Nucleo operativo – Rimando alla normativa di riferimento

In considerazione della novità della normativa, della possibilità di eventuali ulteriori precisazioni, della mancanza – allo stato – di chiare indicazioni per quanto riguarda le risorse economiche effettivamente disponibili, si propone l’istituzione di un Nucleo Operativo delegato ad assumere le decisioni di “assestamento” che si dovessero rendere necessarie, purché nel rispetto del modello organizzativo sopra descritto.

Si propone che il predetto Nucleo Operativo sia composto da quattro docenti, designati dal Collegio, e dal Dirigente Scolastico.

Per quanto non previsto nel presente documento ( e nelle schede allegate), si rimanda alla normativa di riferimento già emanata (D.M. 80/2007 e O.M. 92/2007).

 

2) Debito pregresso

Recuperando quanto specificamente previsto nella delibera del Collegio Docenti del 14/09/2007 in materia di debiti ancora da assolvere, si ribadisce che, superate le fasi istituzionali del recupero, resta la possibilità, per gli studenti interessati, di saldare il debito entro l’anno scolastico e che, per motivi organizzativi, il termine ultimo è fissato nel 15 maggio. 

A tale proposito, si ricorda che sono possibili le seguenti situazioni:

a)      lo studente si propone per sostenere l’accertamento (*);

b)      il docente programma e comunica un calendario per gli accertamenti in corso d’anno (individuando almeno due appuntamenti: uno a gennaio; uno tra la fine di aprile e il 15 maggio)(*);

c)      il docente, sulla base dell’evoluzione della preparazione dello studente, dichiara estinto, senza altra formalità, il debito.

(*) Avvertenza: le situazioni a) e b) sono alternative. La scelta tra le due alternative è di competenza del docente che deve comunicarla agli interessati. Nel caso della situazione a), lo studente può proporsi al massimo due volte, avvertendo con ragionevole anticipo il docente interessato.

 

 

 


 

Scheda 1

 

 

Le discipline su cui concentrare, come previsto dall’O.M. 92/2007, le attività di recupero sono individuate su base statistica. Per motivi organizzativi:

a)      la scelta delle discipline ha come riferimento la diffusione delle insufficienze sulla scorta dei dati emersi durante i Consigli di Classe di fine novembre (con priorità per le discipline con scritto e orale);

b)       il numero delle materie interessate è di tre per ogni anno di corso (quinte escluse).

 Pertanto le discipline  coinvolte sono:

Classi

Disciplina

Disciplina

Disciplina

Prime

Matematica  (40,90 %)

Inglese (36,90 %)

Latino (35,90%)

Seconde

Matematica (49,60 %)

Latino (43,25%)

Inglese (37,60%)

Terze

Latino (52,90 %)

Matematica (50,80%)

Inglese (43,45%)

Quarte

Matematica (38,95%)

Latino (32,60%)

Inglese (22,10%)

NB: Latino e Inglese, ai fini dello standard delle 15 ore, possono essere considerate discipline afferenti alla medesima area disciplinare.

Il “pacchetto” di ciascuna attività di recupero è raggiunto sommando quanto segue:

a)      attività di recupero nella settimana di sospensione dell’avanzamento dei programmi;

b)      attività di recupero nelle settimana di “ricomposizione” delle classi.

Nella settimana di sospensione dell’avanzamento dei programmi i docenti Latino e Matematica utilizzano, in un’ottica di flessibilità, tutto il proprio orario interno per il recupero di Latino e Matematica.

Nella settimana di “ricomposizione” delle classi l’orario delle lezioni viene ristrutturato per consentire la formazione di gruppi omogenei per livello e una concentrazione, per motivi organizzativi,  delle attività su cinque giorni (sabato libero per tutti).

All’interno della ristrutturazione dell’orario si prevedono:

a) gruppi di recupero (di circa 20/25 studenti) per un impegno, di norma, di almeno 8 ore (relativamente alle tre discipline individuate);

b) gruppi di consolidamento e/o potenziamento;

c) attività riconducibili alle lezioni tradizionali.

Gli studenti da coinvolgere nelle attività di cui ai precedenti punti a) e b) vengono individuati dal Consiglio di Classe sulla base dei risultati del primo quadrimestre.

Al termine dell’attività di recupero (entro sabato 8 marzo), ai sensi dell’art. 5 dell’O.M. 92/2007, i docenti delle discipline interessate svolgono verifiche documentabili.

 

Per le classi quinte, vista la necessità di recuperare e rafforzare gli studenti in vista dell’Esame di Stato, si prevede di concentrare gli interventi su Italiano (prima prova scritta) e Matematica (per tradizione, seconda prova scritta).

Pertanto, nella prima settimana (settimana della sospensione dell’avanzamento dei programmi) i docenti di Italiano e Matematica utilizzano, in un’ottica di flessibilità, tutto il proprio orario interno per il recupero di Italiano e Matematica; nella settimana successiva (settimana della “ricomposizione” delle classi) gli studenti seguono un orario che prevede:

a) gruppi di recupero (di circa 20/25 studenti) per un impegno, di norma, di almeno 8 ore (relativamente alle due discipline individuate);

b) gruppi di consolidamento e/o potenziamento;

c) attività riconducibili alle lezioni tradizionali.

Gli studenti da coinvolgere nelle attività di cui ai precedenti punti a) e b) vengono individuati dal Consiglio di Classe sulla base dei risultati del primo quadrimestre.

Al termine dell’attività di recupero (entro sabato 8 marzo), ai sensi dell’art. 5 dell’O.M. 92/2007, i docenti delle discipline interessate svolgono verifiche documentabili.

 

La settimana di sospensione dell’avanzamento dei programmi vale per tutte le discipline. In questo modo, è garantito un minimo di sostegno/recupero/consolidamento anche per le discipline non individuate tra quelle che necessitano di particolari interventi.

 

 

 

 


Scheda 2

 

 

Riprendendo, per quanto possibile, alcuni elementi della proposta approvata dal Collegio Docenti del 14/09/2007 in tema di recupero e sostegno, si propone di affidare a ciascuna Classe di Concorso un monte ore per la realizzazione di sportelli pomeridiani.

Salvo finanziamenti aggiuntivi, il monte ore relativo a ciascuna Classe di Concorso è così definito:

 

Materia

A051

 

A037

A047

A049

A060

A025

A046

 

Totale ore a disposizione

 

 94

 

38

 

46

 

50

 

36

 

24

 

70 (*)

 

(*) Quota da dividersi proporzionalmente tra le diverse lingue straniere.

 

Gli sportelli vengono attivati sulla base della richiesta di almeno quattro studenti della stessa classe o da almeno cinque studenti di classi parallele. Si propone di assegnare ai rappresentanti degli studenti la gestione del monte ore di competenza della singola classe. I docenti disponibili vengono contattati direttamente dagli studenti nel limite del pacchetto orario assegnato alla classe.  Il monte ore assegnato a ciascuna Classe di Concorso viene diviso tra i docenti disponibili tenendo conto del tipo di disponibilità dichiarata.

 

 

 

 


Scheda 3

 

 

 

In caso di sospensione del giudizio finale, all’Albo dell’Istituto viene riportata solo l’indicazione della “sospensione del giudizio”.

Gli studenti che riportano la sospensione del giudizio sono inseriti in apposite “classi di recupero”. Le “classi di recupero” sono istituite per tutti gli studenti interessati e per tutte le discipline coinvolte.

Utilizzando i locali della succursale, le “classi di recupero” possono essere tenute anche nei giorni dedicati alle prove scritte degli Esami di Stato.

Nelle attività di recupero sono impiegati nell’ordine:

a)      docenti dell’Istituto “liberi” dall’impegno degli Esami di Stato;

b)      docenti dell’Istituto che si sono “liberati” dall’impegno degli Esami di Stato;

c)      docenti di Licei della rete Licei Monza – Brianza;

d)     docenti di altri Istituti della zona;

e)      docenti inseriti nelle Graduatorie d’Istituto per le supplenze;

f)       docenti di cooperative o associazioni no-profit.

I docenti dell’Istituto sono utilizzati sulla base delle disponibilità manifestate. In caso di due o più disponibilità le “classi di recupero” sono ripartite equamente tra gli interessati. In caso di disponibilità in eccesso, le “classi di recupero” sono assegnate seguendo la graduatoria interna, partendo dal docente con maggiore punteggio.

I criteri per l’individuazione dei docenti da assegnare alle “classi di recupero” estive valgono, con i dovuti adattamenti, anche per l’individuazione dei docenti cui affidare le attività di recupero in orario extracurricolare  programmate durante il periodo delle lezioni.

 

 

 

 


Scheda 4

 

 

Nel caso di esito positivo del giudizio finale, risolvendo la sospensione del giudizio, si procede alla pubblicazione all’Albo dell’Istituto dei voti riportati in tutte le discipline con l’indicazione “ammesso”.

In caso di esito negativo del giudizio finale, il risultato viene pubblicato all’Albo dell’Istituto con la sola indicazione di “non ammesso”.  

Nei confronti degli studenti “ammessi” delle classi terze e quarte il Consiglio di Classe procede anche all’attribuzione del credito scolastico.

 

 



 

Copyright © 2019 Di.S.A.L.